Home / News / Calciomercato concluso…parola al campo!!!

Calciomercato concluso…parola al campo!!!

CV-ingresso-campi

Ieri 1 settembre 2014 alle ore 23:00 in Italia si è conclusa la sessione estiva del calciomercato. Come quasi tutti gli anni l’ultimo giorno non ha regalato alcuna emozione ai tifosi delle squadre italiane. Anche se la storia del calcio è piena di squadre costruite in modo impeccabile sulla carta (vedi l’Inter di Moratti della fine degli anni 90 e primi del 2000), quasi tutte le big italiane hanno cercato di rinforzarsi in questa finestra di mercato. La regina del calciomercato in  Italia è sicuramente la Roma che ha comprato tanto cercando di ricoprire tutti i ruoli con doppi giocatori di quasi pari valore, mixando giovani di buone speranze ad altri con elevata esperienza, tra gli acquisti più importanti da segnalare ci sono i giovani Yanga-Mbiwa, Manolas, Uçan, Iturbe e più esperti Astori, Cole, Emanuelson e Keita. L’unico neo del mercato della Roma è forse quello di non avere un valido sostituto in attacco di Destro. Anche la Juventus si è rinforzata puntellando una rosa già completa con i vari innesti di Evra in difesa, Romulo e Pereyra a centrocampo e di Morata e Coman in attacco. Strategia diversa invece per le milanesi che hanno deciso di puntare su acquisti LOW COST ma adatti alle esigenze tattiche e alle richieste dei propri allenatori. Anche la Fiorentina ha cercato di puntellare la rosa con alcuni acquisti mirati come Basanta, Richards e Kurtić ma soprattutto è riuscita a trattenere il colombiano Cuadrado. Da segnalare anche un buon mercato delle “piccole”: Sassuolo con gli acquisti di Vrsaljko, Taïder, Peluso e Consigli; Verona con gli acquisti di due giocatori di esperienza come Marquez e Saviola.

Nettamente insufficiente invece il mercato del Napoli che in entrata fa registrare gli arrivi di Kalidou Koulibaly, Michu, David Lopez e Jonathan De Guzman, calciatori che sicuramente non vanno ad elevare il tasso tecnico della squadra di Benitez che per bocca del presidente Aurelio De Laurentiis quest’anno dovrebbe lottare per la vittoria del tricolore. Certo che per noi tifosi che per tutta la durata del mercato, circa tre mesi, siamo stati illusi che ADL potesse regalarci i tanto attesi rinforzi di qualità, giusto quei due o tre calciatori importanti che avrebbero fatto fare il famoso salto di qualità che attendiamo da quattro anni, non possiamo essere soddisfatti di questi acquisti. Siamo passati dal dover prendere centrocampisti del calibro di Mascherano, Sandro o Kramer per poi passare a giocatori meno altisonanti come Lucas Leiva (quasi ci dovevamo accontentare) per poi prendere realmente in mediana David Lopez e il rientrante Gargano. In più tutti i nostri calciatori hanno un anno in più e ad alcuni questa condizione pesa e non poco, vedi Maggio. Non è arrivato il giusto sostituto di Higuain e soprattutto non abbiamo rafforzato una difesa che lo scorso anno ci ha dato grossi problemi. Infine abbiamo perso quello che forse è tra i cinque portieri più forti in Europa, Pepe Reina, sostituito da un giovane e forse ancora acerbo Rafael. Da segnalare l’ottimo lavoro del DS Bigon nello sfoltire una rosa molto ampia con le varie cessioni di Pandev, Dzemail, Behramai, Fernandez, Vargas e Donadel (rescissione) ottenendo importanti plusvalenze per alcuni (vedi Fernandez ) o abbassando il monte ingaggi grazie alla cessione di altri con stipendi elevati. Tra ingressi e uscite il Napoli avrebbe risparmiato circa 8 milioni di euro di stipendi e speso per le acquisizioni circa quanto incassato dalle cessioni (saldo sicuramente in attivo). In conclusione noi tifosi speriamo solo nella maestria del nostro allenatore nel riuscire a trarre il meglio da questa rosa allestita in modo del tutto inadeguato. Sempre Ovunque e Comunque Forza NAPOLI.

Di alex

Vai all'articolo

arbitro damato

Sassuolo Napoli Ecco l’ Arbitro

Sassuolo Napoli Ecco l’ Arbitro Sassuolo Napoli Ecco l’ Arbitro: Ecco l’ arbitro che dirigerà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *